Prima metà anni '90

Verso la prima metà degli anni Novanta, comincia a funzionare anche in provincia il Servizio Sanitario Urgenza ed Emergenza “118”, nato dalle ceneri dello storico 77.33 del Comando dei Vigili Urbani di Milano. Primi subito dopo le sezioni di Milano Centro e di Milano Vialba come servizi 118, la nostra associazione vive un positivo periodo di iperattività, non solo in termini di servizi urgenti ma anche per servizi quali il trasporto dializzati, le assistenze alle gare sportive, i trasporti per visite specialistiche e quelli dei ragazzi disabili. La sezione inizia ad avvalersi del supporto degli obiettori di coscienza in aggiunta ai dipendenti; grazie al loro contributo si riescono ad incrementare i servizi diurni. I Volontari acquistano sempre più professionalità ed esperienza mentre i mezzi di soccorso macinano chilometri a più non posso e così, dopo alcuni anni, arriva un altro mezzo nuovo di zecca in Sezione: un Fiat Ducato, la 121, dedicato alla memoria del giovane Francesco Cattaneo. L’allestimento interno è curato in modo minuzioso per adeguarsi alla rivoluzione che di lì a poco prenderà piede, tant’è che proprio in questi anni si assiste alla definizione dei nuovi protocolli operativi per gli interventi di emergenza da parte del 118; tutto questo rientra nel progetto pilota decretato dalla Regione Lombardia. Nel 1998 la 123, con la quale abbiamo percorso più di 400.000 chilometri, deve purtroppo andare in pensione e viene sostituita più che degnamente da un altro Ducato che viene inaugurato il 25 aprile.